ALPTREES

ALPTREES – Uso sostenibile e gestione degli alberi non-nativi nello Spazio Alpino.

Il progetto ALPTREES è finanziato dal programma Interreg Spazio Alpino 2014-2020.

I benefici attesi e i rischi potenziali delle specie di Alberi Non Nativi (Not Native Trees, NNT) per le regioni geografiche europee hanno polarizzato le opinioni di esperti e cittadini. I vantaggi dell’uso di tali specie includono l’adattamento ai cambiamenti climatici (CC), i contributi alla bioeconomia, le infrastrutture verdi urbane e periurbane e la mitigazione dei pericoli naturali da parte degli NNT, mentre i rischi comportano l’invasività di queste specie NNT e gli effetti sulla biodiversità naturale. In ecosistemi vulnerabili come lo Spazio Alpino (AS), tali rischi e benefici devono essere attentamente considerati. Le esperienze nella gestione di NNT nelle aree urbane, nelle aree periurbane, rurali e nelle foreste sono spesso specifiche per paese/città e quindi raramente condivise. Date le sfide nella gestione degli NNT in termini sia di benefici che di rischi, è necessario un approccio transnazionale per qualificare il ruolo degli NNT nei futuri ecosistemi di AS. Pertanto, l’obiettivo del progetto ALPTREES è di sviluppare un sistema di supporto decisionale sulla gestione delle specie di Alberi Non Nativi nello SpazioAlpino. Il progetto si inserisce nel contesto delle politiche locali, nazionalie regionali, con lo scopo di proteggere e potenziare la biodiversitàper garantire la connettività ecologica e le risorse culturali nelmantenimento di un alto livello di resilienza e dei servizi ecosistemicilungo lo Spazio Alpino.

Il progetto ha avuto inizio nel mese di ottobre 2019 e terminerà a giugno 2022.

Le attività del progetto ALPTREES includono:

  • Sviluppareun database completo, anche con il coinvolgimento della citizen science (dati raccolti da non professionisti) sulle specie di Alberi Non Nativi nelle regioni Alpine, che includa la loro attuale distribuzione.
  • Prevedere la potenziale distribuzione delle specie di Alberi Non Nativi dell’arco Alpino sulla base di scenari di cambiamento climatico e pressioni antropiche.
  • Stimare il potenziale invasivo degli Alberi Non Nativi nei diversi contesti e ambienti, includendo anche le perdite di biodiversità.
  • Formulare raccomandazioni sulla gestione delle specie di Alberi Non Nativi in diversi scenari climatici ed economici.
  • Analizzare i diversi servizi ecosistemici forniti dalle specie di Alberi Non Nativi per stimarne potenziali benefici e scambi.
  • Presentare una strategia transnazionale unificata sulla gestione e sull’uso responsabile delle specie di Alberi Non Nativi, supportata da un piano delle politiche attuative.
  • Dimostrare l’applicabilità delle strategie di gestione transnazionale ai responsabili politici, alla società civile e alle parti interessate nei diversi settori.
  • Istituire un Centro di Conoscenza ALPTREES, per condividere strumenti di apprendimento formali e informali e una guida tecnica riferita alle buone pratiche nella gestione e nell’uso responsabile delle specie di Alberi Non Nativi.
  • Migliorare gli strumenti decisionali basati sulla conoscenza che permettono alle parti interessate nei settori della gestione forestale, della conservazione naturale, dell’industria del legno e della pianificazione urbana di distinguere tra impatti positivi e negativi delle specie di Alberi Non Nativi sui servizi ecosistemici e sui bisogni funzionali nelle foreste e nelle aree urbane e periurbane.

 

I partner di progetto sono:

  • Federal Research and Training Centre for Forests, Natural Hazards and Landscape – BFW (Capofila, Austria)
  • Edmund Mach Foundation FEM (Italia)
  • Forest Research InstituteBaden-Wuerttemberg FVA (Germania)
  • Slovenian Forestry Institute SFI (Slovenia)
  • International Institute for Applied SystemsAnalysis IIASA (Austria)
  • National Research Institute of Scienceand Technology for Environment andAgriculture, Grenoble regional centreIRSTEA (Francia)
  • LAMORODevelopment Agency (Italia)
  • Municipality of Maribor (Slovenia)
  • Center for studies and expertise on risks, environment, mobility and planning CEREMA (Francia)
  • Development Agency SORA (Slovenia)
  • Municipality of Trento (Italia)
  • City of Klagenfurt
ItalianoEnglishFrançaisDeutsch