KEEP ON

Effective policies for durable and self-sustainable projects in the cultural heritage sector

Il progetto europeo KEEP ON (Effective policies for durable and self-sustainable projects in the cultural heritage sector) è finanziato dal programma INTERREG EUROPE.

Il programma INTERREG EUROPE offre, alle autorità pubbliche regionali e locali, l’opportunità di condividere idee ed esperienze sulla programmazione e sull’attuazione delle politiche pubbliche, migliorando le strategie di sviluppo a beneficio dei cittadini e delle comunità.

KEEP ON intende condividere alcune buone pratiche per la sostenibilità a medio e lungo termine degli interventi di valorizzazione del patrimonio culturale e/o naturale, quando gli interventi attuati devono dimostrare di possedere determinate caratteristiche di autonomia. 

Il progetto ha come scopo principale quello di migliorare le politiche pubbliche nel settore del patrimonio culturale, favorendo l’implementazione di progetti di alta qualità, che siano non solo economicamente sostenibili, tramite finanziamenti pubblici ragionevoli, ma anche in grado di produrre un impatto di lunga durata sul territorio regionale. 

Per la maggior parte dei Paesi europei, i bilanci statali rappresentano la fonte principale di finanziamento per la protezione, la conservazione e il mantenimento dei progetti dedicati al patrimonio culturale (Consiglio d’Europa 2013). Oltre ai finanziamenti nazionali, il patrimonio culturale europeo beneficia di una serie di politiche, programmi e sovvenzioni provenienti dall’UE la quale, negli ultimi anni, ha investito molteplici risorse a favore di istituzioni pubbliche a livello nazionale, regionale e locale dedicate al settore. 

Una volta finiti i finanziamenti inziali, però, cosa succede a questi progetti? Continuano a produrre impatti positivi o semplicemente vengono abbandonati? Sono queste questioni aperte che continuano ad occupare un ruolo marginale nelle agende politiche delle istituzioni pubbliche, nonostante sia chiaro a tutti che un progetto non sostenibile rappresenti una perdita di investimenti sia nel breve che nel lungo periodo.

L’idea del progetto KEEP ON parte proprio da qui e si pone in linea, sia con il principio di crescita sostenibile promosso nell’ambito della strategia Europa 2020, secondo cui “solo interventi efficaci che abbiano un impatto duraturo sullo sviluppo regionale possono garantire il raggiungimento degli obiettivi stabiliti da Europa 2020”, sia con l’obiettivo specifico del Programma INTERREG 4.1 (Migliorare le politiche per il patrimonio naturale e culturale).

Attraverso un processo continuativo di scambio di esperienze su base interregionale, KEEP ON intende analizzare e migliorare l’efficacia di 6 strumenti di programmazione (3 programmi finanziati attraverso i fondi strutturali europei, 3 programmi locali/regionali), esaminandone i punti di forza e di debolezza per fornire un prezioso contributo a tutti gli attori interessati e ponendo un occhio di riguardo a quella che sarà la prossima politica di coesione post-2020. 

Il progetto prevede una fase 1 (giugno 2018-maggio 2021) e una fase 2 (giugno 2021-maggio 2023).

IL PARTERNARIATO 

Il progetto è realizzato da un partenariato composto da: 

  • Quattro partner provenienti dai paesi dell’Europa meridionale con un patrimonio culturale estremamente ricco, ma anche con economie più vulnerabili (Spagna, Portogallo, Italia, Grecia)
  • Un partner della Polonia (importante destinatario dei fondi della politica di coesione UE)
  • Un partner proveniente dai Paesi Bassi (portatore di buone pratiche in tema di politica culturale, con un alto coinvolgimento delle comunità locali)
  • Un partner della Croazia (in qualità di partner scientifico). 

Per l’Italia partecipa al progetto, in qualità di soggetto partner, l’Agenzia di sviluppo LAMORO (Langhe Monferrato e Roero) con il supporto della Direzione Competitività della Regione Piemonte per quanto riguarda il monitoraggio degli interventi finanziati dai Programmi Operativi del FESR per la valorizzazione del patrimonio culturale tangibile e intangibile.

Nello specifico i partner sono: 

    1. INORDE Istituto per lo Sviluppo Economico della Provincia di Ourense (Spagna), capofila di progetto;
    2. Regione di Świętokrzyskie (Voivodato della Santacroce, Polonia);
    3. Comune di Paggaio (Grecia); 
    4. Comune di ‘s-Hertogenbosch (Den Bosch, Paesi Bassi); 
    5. ADRAT Associazione no profit per lo Sviluppo della Regione dell’Alto Tâmega (Portogallo); 
    6. Langhe Monferrato Roero (LAMORO) Agenzia di Sviluppo (Italia); 
    7. IRMO Istituto per lo Sviluppo e le Relazioni Internazionali (Croazia). 

PATRIMONIO CULTURALE E SOSTENIBILITÁ – Guida Pratica

Nell’ambito delle attività di progetto, IRMO (Istituto per lo Sviluppo e le Relazioni Internazionali di Zagabria, con una vasta esperienza nella pianificazione politica e negli studi di ricerca relativi al settore dei beni culturali e al finanziamento della cultura), in sinergia e collaborazione con l’intera partnership, ha realizzato una guida che rappresenta un compendio di buone pratiche in materia di tutela, conservazione e sviluppo sostenibile e duraturo del patrimonio culturale.

La guida raccoglie alcuni tra gli esempi virtuosi più significativi in materia di sostenibilità del patrimonio culturale, come risultato di un approfondito lavoro di ricerca desk e sul campo.

È possibile scaricare la guida in Inglese e una sintesi in Italiano:

ItalianoEnglishFrançaisDeutsch